Calendario Zona Rossa Gennaio

Calendario Zona Rossa Gennaio. Zona rossa martedì 5 e mercoledì 6 gennaio (festa dell’epifania) si cambia ancora colore: Sarà rosso anche il 6 gennaio prima del ritorno al giallo previsto per il 7 gennaio.

Il Decreto Legge organizza le nostre cene di Natale
Il Decreto Legge organizza le nostre cene di Natale from www.agrodolce.it

28, 29 e 30 dicembre. E si applicano tutte le restrizioni e le deroghe cui abbiamo accennato sopra. Quando finisce la zona rossa.

Zona Arancione Il 4 Gennaio:

E si applicano tutte le restrizioni e le deroghe cui abbiamo accennato sopra. Ecco il calendario dal 7 al 15 gennaio, che spiega ogni giorno che zona è l’italia e quali sono divieti. Zone, date e regole decise dal governo zona rossa 5 e 6 gennaio, zona gialla 7 e 8 gennaio, zona arancione nel week end e.

Rimangono Comunque I Divieti Già Previsti E Dunque Non È Consentito Andare Fuori Dalla Propria Regione.

Sono chiusi bar e ristoranti, chiusi i. 5 e 6 gennaio, italia zona rossa l’italia è zona rossa mercoledì 6 gennaio. Quindi ogni regione avrà il suo colore in base al monitoraggio che sarà esaminato l’8 gennaio dall’istituto superiore di.

See also  Calendario Liturgico Novembre 2023

Zona Rossa A Cavallo Dell’anno, L’italia Tornerà In Zona Rossa, Quindi A Rischio Alto Di Contagio.

In alternativa, potrebbe essere anticipato un nuovo dpcm sostitutivo di quello del 3 dicembre, che scadrebbe il 15 gennaio. Calendario con date di chiusura e spostamenti limitati dal 21 dicembre al 3 gennaio 2021. 28, 29 e 30 dicembre.

Tra Le Proposte Che Saranno Esaminate Con I Presidenti Delle Regioni Ci Sarebbe Anche Quella Di Anticipare Il Coprifuoco Di Due Ore,.

Quando finisce la zona rossa. Gli scenari possibili sono al momento sarebbero due: Tutta l’italia ritorna zona rossa per gli ultimi due giorni in cui resta in vigore il decreto natale.

Dal 21 Dicembre Sarà Vietato Spostarsi Dalla Propria Regione, Questo Sarà Valido Fino Al 6 Gennaio.

Zona rossa 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Si torna ai tre colori? Al 7 gennaio tutte le regioni dovrebbero, secondo i parametri attuali, essere considerate gialle.